DETTAGLI EVENTO

LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO: ASPETTI INNOVATIVI E IL RUOLO DELL’INFORMATIZZAZIONE

(ITALIA)

PROVIDER APSI 1772 Apsi si riserva di modificare i contributi di partecipazione secondo gli accordi o convenzioni ANTIBIOTICORESISTENZA ED ANTIBIOTICOTERAPIA IN ITALIA

per accedere clicca qui

CREDITI 50 per il 2020

34 ore di corso

Costo 90,00 €

L’Evento è rivolto a tutte le professioni

SCHEDA TECNICA CORSO DI FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) CORSO AVANZATO RISCHIO CLINICO-ASPETTI INNOVATIVI E IL RUOLO DELL’INFORMATIZZAZIONE Erogazione di un corso di formazione, denominato “CORSO AVANZATO RISCHIO CLINICO-ASPETTI INNOVATIVI E IL RUOLO DELL’INFORMATIZZAZIONE”, codice MEPA HES_SAN_FAD03, realizzato con tecniche e strumenti di formazione a distanza (FAD), rivolto ad un pacchetto minimo di 200 operatori, coinvolti nel processo per il miglioramento dei percorsi diagnostico terapeutici assistenziali e per la sicurezza delle cure in osservanza all’art. 1 comma 3 della Legge n° 24/2017 (Legge Gelli).

Razionale: Il prodotto prevede la progettazione, realizzazione e gestione di un corso formativo in materia di clinical risk management da erogare in AUTOAPPRENDIMENTO CON TUTORAGGIO (FAD), compreso l’accreditamento Ministeriale, per un pacchetto minimo di 200 allievi, durata minima delle lezioni ore 34, crediti ECM previsti 50 (1,5 crediti per ogni ora di lezione). Il corso in autoapprendimento con tutoraggio (FAD) prevede l’utilizzazione individuale di materiali durevoli e sistemi di supporto per l’autoapprendimento, con l’azione di guida e di supporto di un tutor in tempo reale o anche in differita breve (48 ore). L’erogazione dei contenuti didattici avviene tramite la piattaforma di e-learning fad.talete.net. Il sistema informatico TaleteWeb utilizza, per l’erogazione della formazione a distanza, la piattaforma open source Moodle. La piattaforma e-learning e le applicazioni informatiche del sistema TaleteWeb sono integrate in modalità nativa. La piattaforma fad.talete.net accredita gli eventi FAD tramite il provider nazionale n° 1772 APSI Associazione Professioni Sanitarie Italiana.

Obiettivo del corso: L'obiettivo di questo corso è trasferire agli allievi (medici, infermieri, tecnici, altre professioni sanitarie) le conoscenze operative per la gestione proattiva e reattiva del Rischio Clinico e per le segnalazioni di incident reporting (near miss, aventi avversi, eventi sentinella, caduta accidentale, infezioni ospedaliere) con l'ausilio di un'applicazione informatica funzionante con interfaccia web.

Programma del corso

SEZIONE 01 LA GESTIONE PROATTIVA L0 Lezione introduttiva alla gestione del rischio clinico La lezione introduttiva di questo corso sulla gestione del rischio clinico è del dott. Enrico Burato Direttore SC Qualità Accreditamento e Risk Management dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Mantova e Componente del gruppo di lavoro risk management di Regione Lombardia L1 Assessment ambientale e di conformità alle raccomandazioni ministeriali Il docente, la dott.ssa Patrizia Cuccaro della Direzione sanitaria dell’AOU Federico II di Napoli, affronta il tema: “L’implementazione delle raccomandazioni ministeriali – il ruolo della direzione sanitaria La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: compilazione di una check list di assessment ambientale, per la prevenzione della caduta, informatizzata

L2 le valutazioni FMEA-FMECA Il docente, l’ing. Gregorio Paccone CEO di TaleteWeb illustra la metodologia FMEA-FMECA in sanità anche attraverso la presentazione di un caso concreto La lezione prevede un’sercitazione con il software: compilazione di una valutazione FMEA-FMECA informatizzata L3 Audit clinici organizzativi Il docente di questa lezione è il dott. Salvatore Moretta direttore della UOC Risk management e qualità della Asl di Caserta. La lezione prevede un’esercitazione con il software: registrazione di un piano e rapporto di audit con l'ausilio del software L4 Scale di valutazione del rischio di caduta, lesioni da pressione, ecc. In questa video lezione il docente, dott. Stefano Marconcini, laurea magistrale in scienze infermieristiche, coordinatore infermieristico della ASL di Foggia, presenta gli aspetti teorici e pratici relativi all'utilizzo delle scale di valutazione La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: compilazione di una scala (es. Conlay) con l'ausilio del software L5 Check list di sala operatoria Questa lezione è tenuta dalla dott.ssa Adele Rulli, già direttore della UOC "Rischio clinico, qualità e accreditamento" della ASL Lanciano, Vasto, Chieti La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: Compilazione di una check list di sala operatoria L6 Il controllo di qualità delle cartelle cliniche La docente dott.ssa Maria Bernadette Di Sciascio direttore della UOC "Rischio clinico, qualità e accreditamento" della ASL Lanciano, Vasto, Chieti presenta la metodologia per il controllo di qualità della cartella clinica La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: compilazione di una check list di controllo qualità della CC.

SEZIONE 02 INCIDENT REPORTING L7 le segnalazioni di near miss, evento avverso, caduta accidentale, evento sentinella Questa lezione è tenuta dalla dott.ssa Maria Bernadette Di Sciascio direttore della UOC "Rischio clinico, qualità e accreditamento" della ASL Lanciano, Vasto,Chieti La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: compilazione di almeno una segnalazione di incident reporting informatizzata L7.1 Le segnalazioni di atti di violenza a danno di operatori sanitari Lezione tenuta dal dott. Stefano Marconcini e dal dott. Andrea Baldassari La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: compilazione di almeno una segnalazione di incident reporting informatizzata L7.2 Le segnalazioni di infezione correlata all’assistenza Lezione tenuta dalla dottoressa Mariaanna Stingone e dqal dott. Paolo De Falco per gli aspetti legati alla produzione annuale del PAICA SEZIONE 03 LA GESTIONE REATTIVA L8 Root cause analysis (RCA) In questa lezione il docente, ing. Gregorio Paccone CEO di TaleteWeb, viene presentata una metodologia fondamentale della gestione reattiva con alcuni casi clinici La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: simulazione di una RCA con l'ausilio del software L9 Audit su evento avverso significativo (SEA) Il dott. Salvatore Moretta, direttore della UOC Risk management e qualità della Asl di Caserta, presenta questa importante metodologia della gestione reattiva La lezione prevede un’esercitazione vincolante con il software: simulazione di un SEA con l'ausilio del software

SEZIONE 04 LA GESTIONE DEL MIGLIORAMENTO L10 La gestione dei progetti e dei gruppi (tecniche di project management)

Il docente, dott. Maurizio Ercolani, laurea magistrale in scienze infermieristiche, impiegato ASUR Marche, presenta le tecniche e metodiche per il project management sanitario L11 Elaborazione ed analisi dei dati, comunicazione e condivisione delle informazioni Lo studente può visualizzare e scaricare un esempio di procedura operativa (POS) per la gestione degli indicatori del sistema di Risk Management applicata da una importante ASL italiana L12 Piano annuale di risk management (PARM) Lezione tenuta dal dott. Paolo De Falco Viene presentato un form tipo per la redazione del piano annuale di risk management L13 La gestione dei documenti del sistema di Clinical Risk Management Lezione tenuta dal Dott. Andrea Baldassari

1.NOME ED ID. DEL PROVIDER

N° 1772 APSI Associazione Professioni Sanitarie Italiana

2.TITOLO, ID, SEDE DI SVOLGIMENTO DELL’EVENTO

Titolo del corso: La gestione del Rischio Clinico: aspetti innovativi e il ruolo

dell’informatizzazione.

ID: N° 1772 APSI Associazione Professioni Sanitarie Italiana

Sede: Piattaforma fad https://fad.taleteweb.it

3.DESTINATARI DELL'ATTIVITÀ FORMATIVA

Medici, infermieri, tecnici, altre professioni sanitarie

4.OBIETTIVI FORMATIVI E AREA FORMATIVA

L'obiettivo di questo corso è trasferire agli allievi (medici, infermieri,

tecnici, altre professioni sanitarie) le conoscenze operative per la gestione

proattiva e reattiva del Rischio Clinico e per le segnalazioni di incident

reporting (near miss, aventi avversi, eventi sentinella, caduta accidentale,

infezioni ospedaliere) con l'ausilio di un'applicazione informatica funzionante

con interfaccia web.

5.ORARIO DI INIZIO E DI FINE

36 ore di corso FAD

6.PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE DIVERSE SESSIONI

Il corso teorico-pratico è articolato in lezioni dove vengono sottoposti agli

allievi contenuti didattici relativi alle più attuali metodiche della gestione

proattiva e reattiva del rischio clinico quali: valutazioni FMEA-FMECA, Root cause

analysis (RCA), Significant event audit (SEA), audit clinici/organizzativi,

assessment ambientali e di conformità alle raccomandazioni ministeriali, utilizzo

di check list, scale di valutazione di rischio (Conlay, Braden, ecc.), segnalazioni

di incident reporting ecc. L’esercitazione pratica consentirà ad ogni partecipante

di accedere, tramite un account di prova fornito dal docente, direttamente online,

ad un’applicazione informatica dove potrà fare alcune esercitazioni sull’utilizzo

del software per applicare praticamente le metodiche acquisite, consegnando alla

fine la produzione scritta sotto forma di file alla verifica del docente.

7.NUMERO DEI CREDITI ASSEGNATI

50

8.BREVE CV DEL DOCENTE/RELATORE O DEI DOCENTI/RELATORI

Docenti:

Paccone Gregorio PCCGGR58B17D769E

Marconcini Stefano MRCSFN67B17F704Z

Ercolani Maurizio RCLMRZ72H07I608Y

Moretta Salvatore MRTSVT69H07E932F

Burato Enrico BRTNRC73S05M125W

Rulli Adele RLLDLA53A42C632D

Di Sciascio Maria Bernadette DSCMBR69B51E243E

Cuccaro Patrizia CCCPRZ79H70B963Q

Mazzieri Mauro MZZMRA77M28C615Y

Quota di partecipazione:
90 €

Modalità di pagamento per :
  • Bollettino postale su ccp 98209117
  • Bonifico Bancario
    IBAN IT91B07601160000 00098209117
    Intestato a: Associazione Professioni Sanitarie Italiana
    Causale: quota partecipazione corso.