CORSO AVANZATO SULLA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

Per molti anni si è tentato di trasferire in sanità le procedure di sicurezza progettate per gli altri settori, ma al contrario di essi, caratterizzati da una impronta prevalentemente “meccanicistica”, in quello sanitario prevale il “fattore umano”, nel contempo risorsa e criticità. Infatti, se da una parte l’adattabilità dei comportamenti, la dinamicità e la complessità delle relazioni interpersonali sono prerogative fondamentali delle risorse umane all’interno del sistema, esse costituiscono, nello stesso tempo, un fattore critico, perché le dinamiche di lavoro sono complesse, la “performance” individuale variabile e, soprattutto, i risultati dei processi non sempre sono prevedibili e riproducibili. Vanno pertanto progettati specifici modelli di controllo del rischio clinico, con l’obiettivo di prevenire il verificarsi di un errore e, qualora questo accada, contenerne le conseguenze. Il corso di formazione vuole contribuire alla crescita della cultura sulla sicurezza in ambito sanitario, analizzando gli aspetti più significativi per definire l’approccio corretto alla problematica, al fine di utilizzare questi orientamenti in modo operativo ed efficace. A rinforzare i concetti soprariportati, nel corso di formazione è compresa una parte che prevede dei lavori di gruppo al fine di evidenziare l’importanza dei concetti di rischio clinico nella logica del lavoro di Equipe.

 

 

AREA RIFERIMENTO OBIETTIVI FORMATIVI NAZIONALI E REGIONALE

6 - Sicurezza del paziente, risk management e responsabilità professionale gestionali

 

PROFESSIONI ALLE QUALI SI RIFERISCE L'EVENTO FORMATIVO

Tutte le professioni

[pdf-embedder url="https://www.professionisanitarie.com/wp-content/uploads/2020/05/pagina-20-21.pdf" title="pagina 20- 21"]

I commenti sono chiusi